capodanno_2014_000
 

CAPODANNO 2013/2014 al Castello di Meleto

Come ogni anno al Castello di Meleto è stato organizzato un programma con 3 giornate ricche di eventi  e di momenti per conoscere il Castello e le ricchezze del territorio del Chianti Classico.

30 Dicembre 2013

Molti degli ospiti sono arrivati il 30 dicembre e dopo il check in nelle loro camere in Castello e nel borgo, li attendeva nella Nuova Enoteca del Castello una degustazione di cioccolate con il maitrè Chocolatier Frà Pietro da Colle.
La degustazione comprendeva: Liquori tra cui la grappa di riserva del Castello di Meleto ed il vino dell’amore, degustazione di cioccolate bianche, al latte e fondente, la cioccolata calda e gli spiedini di frutta secca, uva e fragole con cioccolata fusa.

Da leccarsi i baffi!!

capodanno_2014_001

A seguire la cena si è svolta presso il Ristorante La Fornace di Meleto alla base della collina dove sorge il Castello con menù della tradizione toscana.

31 Dicembre 2013

Il 31 mattina, la colazione è stata servita nell’antica cucina del Castello con il maestoso camino originale con una selezione di dolci fatti in casa, paste calde, cereali, yogurt, salumi, formaggi, caffè, succhi di frutta e quant’altro..

capodanno_2014_002

Alle 11.30 è partita la visita storica del Castello che ha permesso ai nostri ospiti di ammirare gli interni affrescati e ricchi di dipinti, il teatrino settecentesco, le antiche cantine e le segrete vie di fuga.

Il Castello di Meleto è un luogo ricco di storia: le prime testimonianze di Meleto sono datate XI secolo, allora possedimento dei monaci Benedettini. Successivamente divenne la proprietà di un tale “Guardellotto”, membro di una famiglia feudale locale, al quale Federico I Barbarossa confiscò i suoi possessi e li passò alla famiglia dei Ricasoli-Firidolfi.

capodanno_2014_003
Al termine della visita gli ospiti sono giunti in Enoteca dove ha avuto luogo la degustazione di alcuni vini di produzione del castello.
Nei 120 ettari vitati della Tenuta di Meleto ci sono tutte le condizioni per ottenere grandi vini: buona terra, il microclima giusto e la sapienza dei nostri fattori.
Dalla vendemmia, ecco i fiori all’occhiello della nostra produzione: il Castello, il Chianti Classico D.O.C.G, il Chianti Classico D.O.C.G. Riserva.
Accanto a queste etichette, il Fiore I.G.T. Toscana, il Rainero I.G.T. Toscana, il Borgaio e il Vin Santo del Chianti Classico D.O.C.

capodanno_2014_004
Il resto della giornata è stata di libera uscita: alcuni ospiti ne hanno approfittato per una giornata di relax presso le Terme di San Giovanni a Rapolano, altri han preferito visitare i castelli, le chiese, le cantine ed i borghi che popolano la regione del Chianti.

capodanno_2014_005

La sera alle ore 20.00, gli ospiti in abito elegante si sono presentati in Enoteca per il primo bicchiere di Spumante Brut Castello di Meleto di benvenuto e sono stati accolti da un gruppo di giullari, che con canzoni e spettacoli di giocoleria li hanno accompagnati per le segrete del castello fino a giungere nel Piano Nobile dove è stato servito l’aperitivo di benvenuto.

capodanno_2014_006

Nelle 3 sale finemente affrescate e coccolati dal tepore del caminetto acceso, si snodava un percorso enograstronico che prevedeva:

Angolo del bar: Spumante Brut Castello di Meleto, Acqua minerale naturale e gasata, Soft drink analcolico
I “DivertiDenti”: Sfera con chupa chups di cous cous con robiola ed erbette
Bouquet di spirali di pollo aromatiche al rosmarino, salvia e scorza di limone
I Bocconcini Caldi: Bocconcini di polenta con gorgonzola e noci, Piramidi di ricotta alle verdure,
La Scacchiera: Scacchiere di cubi di omlette con spinaci, patate e parmigiano, Cubetti di focaccia con mousse di mortadella di prato e pistacchi,
Finger Food: Pan brioche alle noci con finocchiona e fichi caramellati, Rollo di melanzana,formaggio morbido e mortadella di Prato con aceto balsamico
Tenpura: Champignon, strips di carote e melanzane in tenpura serviti in coni di carta gialle e passati al braccio con i vassoi forati
Angolo di Salumi al Taglio: Prosciutto di Pratomagno sul torchio con focaccia calda spolverata di parmigiano, Finocchiona sbriciolona al taglio con assaggi di fichi caramellati, Salame toscano spagato a mano con cotognata artigianale
Angolo di Degustazione Formaggi: Degustazione di pecorino romano con mostarda di pere, Pecorino stagionato della sardegna con marmellata di arance, Treccione di mozzarella fiordilatte con salsa di capperi, acciughe e prezzemolo, Spuma leggera di ricotta di Pienza al profumo di agrumi con sbriciolata di frutta secca e riduzione di vin santo
Angolo delle Fondute: Fonduta di formaggio di pecora con pan brioche alle noci
Fonduta di erborinato Con pan brioche classico, croccanteFonduta allo Zafferano con cubetti di pane alla zucca

capodanno_2014_007

A seguire gli ospiti sono stati invitati nel salone dello stemma e Virginia dove è stata servita la cena di gala con il seguente menù:

Crema soffice di patate con broccoli saporiti e ragù bianco di salsiccia
Risotto ai carciofi al profumo di menta mantecato alla robiola con croccantezza di speck
Tortelli di patate con anatra al coltello profumata agli agrumi
Filetto di cinta in crosta di lardo cotto a bassa temperatura in due tempi su verza brasata in lentezza con lenticchie fritte e geometria di polenta
Mousse di cioccolato fondente con leggerezza di marmellata di arance e nuvola di panna ai cantucci di Prato

Dalla cantina:
Igt Toscana Vermentino 2013 Castello di Meleto
Chianti Classico DOCG 2010 Castello di Meleto
Super Tuscan Fiore IGT Toscana 2007 Castello di Meleto

capodanno_2014_008

La cena è stata allietata dalla simpatica compagnia dei Giullari dell’Allegra Brigata che poco prima della mezzanotte hanno condotto gli ospiti in teatro per un’ultimo spettacolo.

capodanno_2014_009
E poi è iniziato il conto alla rovescia.. 10, 9, 8, 7, 6, 5, 4, 3, 2, 1… e BUON 2014 A TUTTI!!!
Una moltitudine di bottiglie si Spumante brut Castello di Meleto sono state stappate per accogliere l’anno nuovo.

A seguire è partita la musica con Andrew Dj con luci, balli, festa e per concludere tante leccornie da gustare nelle altre sale del castello.

capodanno_2014_010

1 Gennaio 2013

La mattina del 1° gennaio gli ospiti hanno goduto del tepore delle calde camere per riposare dalle folli danze della notte e la colazione è stata posticipata in tarda mattinata. A seguire nell’Enoteca del castello è stato servito il brunch con Tombolata di beneficienza a favore dell’ospedale Meyer di Firenze e siamo lieti di far sapere che sono stati raccolti ben 219 Euro.
I nostri ospiti hanno un cuore immenso!

capodanno_2014_011

Per i più curiosi di scoprire il territorio, è stata organizzata poi nel pomeriggio una passeggiata nei boschi ed un’interresante visita all’allevamento di suini di cinta senese con il Signor Lorenzo che ha saputo soddisfare tutte le curiosità dei nostri ospiti su questa razza.

Al Castello abbiamo iniziato ad allevare una quarantina di maiali nella zona di Molin Lungo in un bosco di circa 4 ettari, dove gli animali possono pascolare allo stato brado, in continuo movimento.

Per chi non lo sapesse la Cinta Senese è una razza suina italiana: il nome deriva da una cinghiatura bianca sul mantello nero-ardesia dell’animale e dalla zona storica di allevamento (la Montagnola Senese, che con i suoi immensi boschi di lecci, cerri e querce offrono un sottobosco ricco di ghiande e castagne che sono alla base della dieta di questi animali).

Dal 2000 si è costituito il Consorzio di Tutela della Cinta Senese che ha promosso a DOP il “Suino Cinto toscano”.

capodanno_2014_012

E’ stato un programma intenso, ricco di attività per cui abbiamo cercato di far conoscere il nostro territorio, la nostra storia, i nostri odori, i nostri sapori.. e speriamo di esserci riusciti e esser riusciti a regalare ai nostri ospiti un’esperienza indimenticabile in un castello unico ed in una terra speciale come quella del Chianti!

Leave a reply